Bravi, così si fa!

Alle 2 di ieri notte ho deciso, nel più classico degli acquisti d’impulso, di comprare online due libri. Il mio e-commerce di riferimento per i libri è sempre stato IBS, ma questa volta volevo pagare usando Paypal, e IBS non offre questa opzione. Non si strapperanno i capelli, ma ovviamente ho cercato un altro sito dove acquistare i libri che volevo. Ho dato un occhio a Bol, ma – con stupore – non hanno a catalogo i due libri. Peccato (per loro), perché Bol invece accetta pagamenti con Paypal. Tra le altre opzioni che il buon Google mi ha offerto, ho scelto Hoepli. Su Hoepli non acquistavo da anni (da quando, se non ricordo male – correzioni più che benvenute nei commenti, grazie – era più che altro una casa editrice e vendeva online il proprio catalogo). Il tempo di verificare che accettano pagamento con Paypal, che la spedizione sarebbe avvenuta con corriere espresso (DHL, per dovere di cronaca) e che la disponibilità dei due libri era immediata… e ho proceduto all’acquisto. Checkout completato alle ore 2.42.

Questa mattina alle ore 12.14 mi arriva l’email che mi avvisa che la spedizione è stata effettuata. Ora vedo dal tracking online che DHL ha effettivamente ritirato il pacco, e quindi tra domani e dopodomani riceverò (sgratttt) i due libri.

Ora, dopo questa breve cronistoria, la mia riflessione (prima ancora che mi arrivi il pacco): l’esperienza d’acquisto, già buona al momento di effettuare l’ordine perché in 3 minuti ho fatto tutto (dal mettere i libri nel carrello al pagare), ha avuto un bel miglioramento dato che il mio ordine è stato evaso così velocemente. Così dovrebbe essere sempre, ma sappiamo tutti bene che la realtà è diversa…

Hoepli ha acquisito un nuovo cliente offrendomi i libri che cercavo ed il metodo di pagamento che volevo. E l’ha già parzialmente (giusto per non sembrare che mi lascio prendere da facili entusiasmi, eh) fidelizzato. Cliente contento, venditore contento.

E ora mi tocco, sperando che il corriere non si perda per strada 🙂

P.s. scriverò una recensione dei due libri, ovviamente, ma più che qui, su Di Vino & Cibo. Già, si tratta di libri di cucina. Cosa credevate? 🙂

Search Engine Optimization: l’investimento a più alto ROI

Non lo diciamo noi del settore. O meglio, noi SEO lo diciamo, ma essendo di parte è giusto valutare le nostre affermazioni cum grano salis.

Grazie a Marco e Nereo, scopro la ricerca condotta da Marketing Sherpa sui partecipanti di ad:tech.

Cosa dice questa ricerca? Un grafico vale più di mille parole, e quindi lo riporto, così com’è:

adtechchart1.gif

Tutto chiaro? I clienti (i clienti!) ritengono il SEO la tattica con il miglior ritorno sull’investimento. Mi sembra ovvio, quindi, che il posizionamento sui motori di ricerca debba essere la prima tattica da prendere in considerazione quando si intende promuovere la propria attività online, il proprio sito web.

Spesso invece il SEO viene lasciato in disparte, volutamente ignorato: o come se non fosse importante o come se fosse ovvio che il proprio sito sarà ben visibile.

Allo stesso tempo spesso mi capita di veder spendere montagne di soldi su tattiche a bassissima/nulla performance. E spesso questo investimento viene seguito da frasi come “Internet non funziona”. Ebbravo!!

Allo stesso modo, vedo chi investe in maniera intelligente sul posizionamento nei motori di ricerca dire, al contrario, che “Internet funziona, eccome!”.

Perché Amazon non apre in Italia?

Quante volte vi siete chiesti perché Amazon non apre in Italia? In fondo, è presente in Francia, in Germania, nel Regno Unito, etc…

Probabilmente un motivo è che in Italia non si legge poi così tanto. Ma di sicuro c’è di mezzo l’indecente servizio postale in Italia.

Non per dire, eh, ma i libri che avevo acquistato il 10 dicembre (e con consegna stimata attorno a capodanno) sono arrivati l’altro ieri, 28 gennaio…

Risultati della ricerca sulle difficoltà di chi acquista on-line

Eccola: risultati della ricerca sulle difficoltà di chi acquista on-line.

Vado a leggermela con la dovuta calma (sono quasi 100 pagine).

Prossimi spostamenti

E sai mai che a qualcuno interessi 🙂

Il 18 maggio sarò a Roma per il Corso SEO Extreme di Madri. Vado ad imparare qualcosa di nuovo? In tutta franchezza, ne dubito. Ma ci vado lo stesso, perché almeno avrò l’occasione di incontrare un po’ di amici senza dover fare 1000 e passa km (che tutte le cose le organizzate lì giù al nord…).

Il 12 giugno, invece, sarò a Milano per la presentazione dei risultati della Ricerca sulla interazione tra i navigatori e i siti enogastronomici di commercio elettronico. E qui, poco importa se devo farmi più di 1000km d’andata e altrettanti di ritorno: dato che Inari è sponsor, non posso proprio mancare.

Sei di Milano? Partecipa!

Se sei di Milano (o dintorni) ed hai acquistato almeno una volta on line, dovresti prendere in seria considerazione l’idea di partecipare alla ricerca sull’interazione tra i navigatori ed i siti enogastronomici di commercio elettronico condotta da Maisazi.
Va da sé che la mia è una richiesta interessata. Ed infatti con Inari partecipiamo a questa iniziativa.

Per partecipare, manda una email a Mariangela: [email protected]

User generated commercial

Alessio mi aveva dato alcuni indizi per capire cosa stava combinando, ma, per quanto avessi potuto intuire qualcosa, mai avrei immaginato arrivasse a tanto.

Un doveroso grazie, oltre che ad Alessio, anche a JoeBar, grande artista.

Affari su ebay

Forse non è nota al grande pubblico la considerazione che ho di ebay, ma non importa. Piuttosto, cogliete un’occasione imperdibile.

Post scriptum off topic: gli annunci pubblicitari che vedete oggi su questo blog sono uno strappo alla regola perchè oggi c’è un’occasione imperdibile (il corso di posizionamento “seo extreme” ad un prezzo stracciato, al quale salvo imprevisti andrò anche io). Da domani, avrà solo un ottimo prezzo, ma toglierò gli annunci.

Registrazione obbligatoria

Sul blog di Alessio si sta sviluppando una interessante discussione, in seguito ad un interessante post, sull’argomento “registrazione obbligatoria degli utenti in un e-commerce”.
Proprio in questi giorni sto testando qualche lieve modifica nella gestione del checkout su Inari, e quindi sono particolarmente interessato all’argomento. Ma penso possa interessare alcuni miei lettori, che magari non hanno ancora sottoscritto il feed del blog di Alessio e si stanno perdendo la discussione.

[7 motivi] Scelta

Si avvicina Natale.
Confessione: Natale mi angoscia.

Ok, d’accordo, il termine “angoscia” è un po’ troppo forte, però rende abbastanza bene l’idea. Insomma, quando si tratta di fare regali di Natale, io vado in crisi. Vado in crisi quando devo fare regali in genere: compleanni, laurea, onomastico. A volte mi trovo persino a chiedere “ma non ce l’hai una wishlist su qualche e-commerce?”, così da togliermi dall’imbarazzo (motivo per cui non ho citato i matrimoni: la lista nozze è una wishlist, in fondo, no? :)).
[Per saperne di più…]