Finalmente qualcosa di interessante sul social marketing

Chi mi conosce meglio sa quale considerazione abbia per le mode del momento. Qualcuno potrebbe anche ricordare termini volgari che ho associato a quella cosa chiamata Second Life (ah, ve l’eravate dimenticato, eh?!). In quest’ultimo periodo, la parola magica è social marketing (per fortuna ho notato un calo nell’uso del termine “2.0”). E tutti si fanno la pagina su Facebook (oddio, ci sono ancora tanti che fanno un profilo su Facebook per una attività commerciale…), gli account twitter spuntano come funghi, etc.

Può andar bene, intendiamoci. Ma sarebbe bene, prima, sapere perché si decide di avviare una attività sui social media. Troppo spesso, ahimé, la risposta è “perché lo fan tutti” (se non peggio).

Se stai pensando di avviare una attività di questo tipo, ti consiglio di leggere il post Quali obiettivi di business perseguire con le attività di social media marketing? scritto dalla amica (ed eccellente professionista!) Daniela Trifone. Si tratta di un ottimo articolo, che spiega con esempi concreti cosa è possibile fare, come e soprattutto perché.

Bzzers non sembra male

Bzzers non sembra male, per quel poco che ho visto. Però che non si possa cercare tra le persone (o almeno, non facilmente, visto che non ho trovato da dove si potrebbe fare) già iscritte è male. Soprattutto perché questa funzione (sempre ammettendo che davvero non ci sia) viene sostituita da due sole possibilità: browsing tra gli amici degli amici (con tutti i limiti del caso) oppure invitando amici non ancora iscritti via email (con tutti i danni del caso, amplificati dal fatto che invitare nuovi utenti sul sito procura punti che aiutano a scalare l’ennesima classifica del cazzo).

Per la cronaca, la mia pagina su Bzzers è qui. Se volete farmi amico, non mandatemi inviti via email.

On air

Prima ero in macchina e pensavo “un post di benvenuto a Virgin Radio ci vuole, se lo meritano“.

Poi arrivo in ufficio, apro l’email, e, sorpresa delle sorprese, ricevo una email:

Hi, Inari.it.
Radio 105 (Radio105) is now following your updates on Twitter.
Check out Radio 105’s profile here:
http://twitter.com/Radio105
You may add Radio 105 back by clicking on the “add” link.
Best,
Twitter

Ora, voi non lo sapete, ma Radio 105 è la radio che ho ascoltato più di tutte (e di gran lunga) in vita mia. Ora (ma solo in macchina, che a casa o in ufficio ascolto la suprema Last.fm) tendo a preferire Radio Dimensione Suono, perché ho l’impressione che trasmetta più frequentemente musica di mio gradimento. Ma di fatto, faccio zapping continuo.

Dopo questa premessa, però, fate attenzione: l’email non è indirizzata a me, ma a Inari. Infatti, Radio 105 non ha aggiunto me, ma Inari. Curioso, dato che l’account su Twitter di Inari è molto più recente e molto meno usato (per ovvi motivi, a meno che i follower non dicano di voler sapere anche “sto fatturando”, “sto imballando”, etc… :)).

Con questo cosa voglio dire? Non lo so, forse che le strade del social networking sono a volte tortuosi sentieri. Però, con questo caldo, forse è meglio evitare di tirare conclusioni di qualsiasi tipo.