Ambiguo

Il presidente George W. Bush ha anche affermato che «siamo nelle fasi iniziali di un grande conflitto ideologico: un conflitto tra quanti vogliono la pace e vogliono vivere in una società pacifica e normale e i radicali che vogliono imporre al resto del mondo la loro tetra visione».

Lui qual è?

Per una giusta causa

Sta facendo un po’ il giro del mondo, la proposta lanciata tramite il sito Global Orgasm. In cosa consiste è presto detto: l’intento è che i partecipanti concentrino sulla pace ogni pensiero durante e dopo l’orgasmo. E per contrastare meglio l’attuale pericoloso livello di aggressività presente sulla Terra, tutti i partecipanti (volontari in tutto il mondo) devono raggiungere l’orgasmo il 22 dicembre prossimo, rivolgendo tutti i pensieri alla pace.
Insomma, fare l’amore per una giusta causa. Chi vuole approfondire l’argomento può visitare direttamente Global Orgasm.

Per chi invece non ha bisogno di altre spiegazioni per decidere di aderire, beh, organizzatevi. A tal proposito, qualche lettrice del mio blog vuole portare pace nel mondo con il sottoscritto? Sbonk

Dategli torto (se ne siete capaci)

Segnalo un articolo di Gian Antonio Stella sul Corriere della Sera. L’argomento trattato? La posizione della Casa delle libertá (come diceva Corrado Guzzanti, “facciamo un po’ come cazzo ci pare… nella casa delle libertá!”) rispetto alla guerra. Ora infatti, con l’intervento dell’ONU in Libano che si sta concretizzando, l’Italia guidata dall’Unione manderá in quella zona calda (eufemismo) 3.000 soldati, insieme ad altri paesi europei (Francia e Spagna soprattutto). L’Unione pacifista, quella del no alla guerra in Iraq, quella delle bandiere della pace…
[Per saperne di più…]