Senza Google

Come ho scritto l’altro giorno, ho provato a cambiare la homepage del mio browser: non più iGoogle ma Ask.

Solo che in poco tempo Ask non è stato in grado di sedurmi, forse per la frustazione di vedere il mio scarso posizionamento su Ask (dovuto anche a bug del motore, per inciso: non mi vengano a raccontare che gestisce completamente e correttamente il redirect 301, ad esempio…).

Ho così deciso di usare tre homepage contemporaneamente (potere dei tab): a iGoogle e Ask ho aggiunto Yahoo.

Però in pochi minuti mi sono reso conto che iGoogle era il centro del mio mondo su Internet. AdWords, Analytics, AdSense, Google Reader, persino la todo list. Google è il centro della mia attività su Internet.

Intendiamoci, non sono poi così felice che sia così, dato che di fatto Google è un monopolista. Ma questa è la fotografia dell’importanza di Google per il sottoscritto. E non credo certo di essere l’unico.

Cambio feed reader

Nel caso possa interessare a qualcuno, ho ufficialmente cambiato il feed reader usato per leggere i feed dei blog che seguo. Non più liferea, quindi, ma Google Reader.

Perchè? Beh, qualche motivo tendenzialmente valido ce l’ho:

  • ho due pc, uno a casa ed uno in ufficio. Prima leggevo i feed solo da casa, in quanto liferea girava solo sul pc casalinguo. Mi si dirà “beh, giusto così! che fai? leggi i feed al lavoro?”. Si, ovvio. Perchè, non lavoro a casa? E non mi capita forse di essere in ufficio anche nelle pause pranzo (ah, nulla aiuta la digestione come la lettura di un po’ di feed) o il sabato sera (in attesa che si popolino i pub)? E quindi, va bene poter leggere i feed anche da lì;
  • la pagina personalizzata di google è l’homepage del mio firefox. Quindi, i feed li vedo al volo quando sono aggiornati. Mi si dirà che anche con una applicazione desktop come liferea di può (basta farli aggiornare spesso). Certo, ma quando si supera un certo numero di feed aggregati, c’è un discreto spreco di CPU e banda. Siccome Google ha più CPU e banda di me, lascio a loro lo sporco lavoro;
  • Google Reader è una figata. Non so gli altri aggregator online, mai usati (a parte un brevissimo tentativo di usare netvibes come homepage, che però non mi ha soddisfatto). Ma Google Reader è una figata. Perchè? Non saprei, mi sembra un po’ come chiedere “perchè preferisci le bionde alle more?”. Ma forse il perchè sta nel fatto che posso leggere i post senza abbandonare mai la homepage (personalizzata) di Google.