Si si, è morto…

Non che ce ne fosse bisogno, ma ecco un’altra prova del fatto che il googlebombing è tutt’altro che morto (almeno a livello algoritmico, perché magari tra poco interverranno manualmente per rimuovere il sito del farabutto da questa SERP).

Grazie ad anonimo italiano per la segnalazione.

Comments

  1. non per far polemica ma xke’ citi sempre berlusconi e casi di destra ? mai un commento su quelli di sinistra?
    come se fossero tutti buoni e giusti
    nonostante tutta la fuffa mediatica che e’ stata sollevata per il caso delle intercettazioni ?

  2. proprio perché è fuffa.

  3. comunque, qui si parla di google bombing.

    poi se vuoi posso anche smettere di chiamare Selva farabutto, però non è colpa mia se ha deciso di fingersi grave per farsi portare in tv dall’ambulanza.

    e scusa se è poco

  4. Ricordo una polemica di qualche tempo fa proprio su questo. La mia posizione e’ che non si tratta di Google Bombing. Infatti non si tratta di un’azione organizzata per far risultare un sito per una SERP che non lo riguarda. Si tratta soltando di gente che scrive quello che pensa ed il risultato e’ un livello alto su una SERP. Secondo me questo non e’ google bombing, bensi’ un motore di ricerca che fa esattamente il suo lavoro: far risultare alto un sito se la gente ne parla usando certi termini.

  5. Altro che morto, il googlebombing. Farabutto ne è la dimostrazione.

    Però Visik7 non ha torto. Effettivamente questo effetto non si è ancora verificato, tanto per fare un esempio, con Caso Cirio o .

Speak Your Mind

*