Campioni del mondo

Cannavaro alza la coppa

Avevo 5 anni quando vincemmo l’ultima. Troppo piccolo per ricordare quella serata.
Questa serata, invece, la ricorderó a lungo, ovviamente.

Bellissimo, sono contento, anche se ancora non mi sto rendendo conto al 100% del fatto che siamo i campioni del mondo, mica pizza e fichi!
Basta, contento cosí, contento per tutti i giocatori, da Materazzi a Buffon, da Cannavaro a Grosso, da Del Piero a Gattuso.
Bravi bravi bravi.
E grazie, grazie, grazie.

Che partita!

Materazzi
Non sarà stata rocambolesca come Italia – Germania 4-3 del 1970, non sarà stata decisiva come Italia – Germania 3-1 del 1982, ma è stata senza dubbio una partita emozionante, emozionantissima. L’Italia arriva in finale, battendo la squadra di casa, nonostante il pubblico di casa e nonostante l’arbitro tedesco parziale.

E la gioia è tale da poter anche tollerare di vedere premiato dalla Fifa come migliore in campo Pirlo, che nei primi 118° minuti di gara ha fatto semplicemente schifo. E pazienza se oggi mi tocca leggere sulle pagelle che Pirlo (9 in pagella su qualche quotidiano: sarà il caldo?) ha giocato una grandissima partita. Vabbè, pazienza. Anzi, chi se ne frega.

Ora però attendiamo di sapere con chi ci sfideremo nell’ultimo atto di questo Mondiale: la Francia di Zidane e Henry o il Portogallo di Figo e Ronaldo (Cristiano, non il Ronaldo gordo).

Preferenze? Io non ne ho. Certo, Zidane è diffidato… se stasera ricevesse un cartellino giallo, probabilmente mi sentirei più tranquillo ad affrontare la Francia.

“Non fare il cucchiaio!”

In quanti l’hanno pensato, detto, urlato? Penso tanti, forse tutti…

Per fortuna, Totti ha deciso per il meglio. Già è stato stressante così. Se avesse fatto il cucchiaio, quegli attimi che la palla ci metteva ad arrivare in porta sarebbero durati un eternità. E forse, un infarto mi avrebbe impedito di vedere il finale…