Tiscali? Uno spam engine!

Apprendo via dot-coma (se già non l’avete fatto, sottoscrivete il feed!) che Tiscali ha pensato bene di sfruttare le ricerche che non restituiscono risultati per offrire (ma solo agli utenti con connessione Tiscali) link. Sponsorizzati.

Nessun sito corrisponde all’indirizzo indicato

Dopo un’analisi dell’indirizzo cercato, ti proponiamo di visitare alcuni siti sotto riportati.

www.euro-download…

Dialer con oltre 1.000 appunti per studenti, tesine e temi svolti, versioni ed esercizi risolti. Per scuole superiori e università. Collegati subito.

Il risultato mostrato può includere dei link sponsorizzati

Complimenti vivissimi!

Anche se continuo a trovare più grave il comportamento di Virgilio Alice che visualizza (a tutti) una bella smanata di annunci a pagamento prima dei risultati organici. Ed egregiamente camuffati (“Link sponsorizzato” potevano scriverlo in bianco su sfondo bianco, già che c’erano).

Quindi è ufficiale: se non ho mai amato in vita mia i portali (e devo ancora trovare qualcuno che mi convinca della loro – seppur minima – utilità), ora spero veramente e vivamente che chiudano i battenti.

Comments

  1. Personalmente non vedo niente di male sul comportamento di Tiscali… magari piuttosto di niente meglio un link sponsorizzato per risolvere la ricerca.

    Sicuramente Virgilio è vergognoso … direi che Virgilio è morto già 2 anni fa.

  2. Ciao must,

    Gli annunci sulle SERP di Alice sono annunci Google AdWords… Se Google permette di presentarli in quel modo, di chi è la “colpa”? Andrebbe quantomeno divisa a metà, IMHO.

    Riguardo a Tiscali, c’è di peggio. Ad esempio:

    Questa è una pagina di Kataweb costituita da soli collegamenti sponsorizzati Overture/Yahoo! Search Marketing.

    La pagina è indicizzata su Google. Ce ne sono tante altre (non solo di Kataweb).

    Se n’era parlato qui, ricordi? 😉

  3. Una scelta discutibile, per qualcuno immorale, ma di fatto questo si chiama business, c’è poco da fare

Speak Your Mind

*