Delurking day 2007

Delurking day Siamo ancora in tempo per il Delurking day. Si, perchè, da quanto ho capito, il Delurking Day in realtà non dura solo un giorno. Vabbè, dettagli. Già mi immagino le domande… O almeno credo. Ditemelo voi (e così, se una scusa non vi basta, ora ne avete due).

Cos’è il Delurking Day?
È, per usare le parole di Tambu, “il giorno in cui i lettori che non commentano mai possono lasciare un segno tangibile della loro esistenza e del loro passaggio”.

E quindi? Che vuoi da noi?
Banalmente, una traccia. Poco importa cosa scrivete (o per lo meno, poco importa al fine del conteggio. Se poi volete scrivere un trattato intero, fate pure). Va bene qualsiasi cosa, anche pernacchie, insulti (mmm, magari, per non impressionare eventuali lettori sensibili, scrivete solo “insulti” e capirò). Non siate timidi. E non fatevi intimorire dalla richiesta di un indirizzo e-mail. Non lo vede nessuno e non verrà usato per nessun motivo. Lasciate un commento in questo post per lasciare una traccia, voi che non l’avete fatto mai. Unica scusa per non lasciare un commento è l’essere morti. Ma se siete arrivati a leggere fin qui…

E chi ha commentato qualche volta?
Nel dubbio, commentate lo stesso. Male non fa. Magari, se preferite, scrivete proprio “non ricordo se ho già commentato o no”. Va benissimo.

E cosa inserisco dove dice website?
Se hai un sito (blog o altro non importa) scrivi l’indirizzo. Se non ce l’hai, non scrivere niente. Più facile di cos&igrave…

E chi legge solo un post ogni tanto?
Ci può essere il caso di chi segue tramite feed, e continua a farlo nonostante il 99% dei post non gli interessano neanche un po’. Va bene, commenta lo stesso. Sei pur sempre uno dei lettori che mi segue. Magari puoi sfruttare l’occasione per dirmi quali argomenti ti interessano di più.
Ci può essere il caso di chi visita il sito ogni tanto e legge giusto un post e via. Va bene uguale. Commenta!
Ci possono essere tante altre situazioni, ma se sei qui a leggere questo post, probabilmente dovresti lasciare un commento.

Ok, non ti annoio oltre. Anzi, mi spingo più in là: come Massimo, anche io giuro di lasciarti in pace per tutto il 2007.