Sulle accuse di brogli

A proposito di brogli: nel 2006, dopo le elezioni politiche, un mio amico (dichiaratamente di AN) che fece lo scrutatore mi raccontò senza tanti problemi che le schede bianche diventavano, con un veloce colpo di matita, un voto per la destra. Così, giusto per dirla tutta.

Comments

  1. anonimo veneziano dice

    Un mio amico del PCI, addestratore di chiurli pugliese, mi raccontò che il suo medico (dichiaratamente comunista) gli ha prescritto una dieta a base di bambini al forno. Così, giusto per dirla tutta.

    Se vogliamo andare avanti per per voci di corridoio e per sentito dire…

  2. dimmi che sei così ingenuo non da non crederci.

  3. Non è paura di non vincere, è certezza di perdere per cui mette già le mani avanti.

  4. Quando si lancia la prima pietra, di solito si è peccatori. Io sto giro mi astengo, ma da un tizio che di un contratto con gli elettori non ha saputo mantenere 3 punti su 5 e su due li ha aggiustati come meglio ha creduto, onestamente nutro dei seri dubbi che sia tanto innocente e professi la sua dottrina nell’assoluta buonafede.

    Il vero problema, è che tanto destra e sinistra, vogliono arrivare a sedere per aggiustare prima i comodi loro e dei loro amici. Dal più grande al più piccolo.

    Senza fare nomi e cognomi, in barba a tutte le leggi, dall’ultimo governo ho visto sistemare una non laureta come maestra d’asilo quando oggi ci vuole pure la laurea per fare l’educatrice d’infanzia.
    Dal precedente ho visto una Internet a banda larga un pò ovunque (facesse comodo a coloro che comandano).

    Quindi … la verità è sempre quella. Il contentino a tutti e il resto della torta ai soliti noti.

  5. mah, Maurice, non credo perderà, francamente. ma ho la concreta speranza che finisca con un pareggio che gli impedisca di trasformare tutti noi nei suoi sudditi

  6. io leggerei anche questo.. che non fa altro che confermare quanto detto sopra. Altro che favole.

Speak Your Mind

*