Quando neanche la matematica è sufficiente

Non amo parlare di attualità politica. E se posso evitarlo, lo faccio volentieri. Ma non posso tacere quando vedo una menzogna, una bugia, una falsificazione spacciata in continuazione come se fosse una verità assoluta.

Troppe, troppe volte sto leggendo sui quotidiani che alcuni esponenti del centro destra (di fatto, e non a caso, sempre il solito Zio Paperone Berlusconi, e Qui Quo Qua Bondi Cicchitto e Schifani) dichiarano che il centrosinistra non ha la maggioranza nel paese.

Fanno questa affermazione poichè al Senato la Cdl ha preso più voti dell’Unione.

Beh, è vero che la Cdl ha preso più voti al Senato. Se non hanno preso anche più seggi è solo colpa loro, che hanno pensato di fare una “porcata” (cit.) per penalizzare chi avrebbe vinto le elezioni (all’epoca non c’era neanche gara…).

Torniamo alla menzogna: gli elettori al Senato sono i cittadini italiani che abbiano compiuto i 25 anni di età. Gli elettori alla Camera, invece, tutti i maggiorenni (ovvero, sopra i 18 anni di età). È alquanto immediato realizzare una verità lapalissiana: gli elettori al Senato sono un insieme incluso nel più grande insieme degli elettori alla Camera.

L’ho spiegata con gli insiemi, perchè chiunque li ha studiati alle elementari. Ma per renderla ancora più facile, significa semplicemente che tutti coloro che votano al Senato votano anche alla Camera. Non è vero, invece, il contrario.

E quindi, se si deve dire chi ha ottenuto il maggior numero di voti, bisogna guardare i voti alla Camera, non quelli al Senato. E alla Camera dei Deputati ha preso più voti l’Unione, nulla quaestio.

Comments

  1. concordo, certi discorsi sono -oltre che palesemente inesatti- un tentativo di delegittimazione che a questo punto ha davvero stancato. e che spero cessi prima di diventare pericoloso.

Speak Your Mind

*