Attenti alla lingua

Qualche tempo fa ricevo un’email sull’account di posta del mio sitarello B&B Lecce.
Questo è il testo:

Hello ,
We are a travel agency. We have one website.We dont have a high Page
Rank.But we have added our site to Google AdWords.And I wanted to know
if want to work with us.We can add your link to our site.
Only you will have to do is to link back.It will bring benefith to both
of our sites.

Insomma, chiedeva uno scambio link. Dell’argomento scambio link ne parlerò un giorno su Marketing Routes (anche se Jacopo ha perso le speranze), ma intanto una cosa la voglio dire a voi, come l’ho detta a loro. Update: ecco l’articolo sullo scambio link.

Se c’è una cosa, infatti, che ho imparato dalla gara sui fattori arcani è che i link da una lingua diversa possono essere deleteri!
Enrico mi aveva avvisato del rischio, ma ugualmente facemmo la prova: mi piazzò, infatti, un bel link pesante (di quei link che tutti i SEO si sognano, per intenderci) da una pagina in inglese (e quando dico link pesante parlo di alto Pagerank, numero di link che si poteva contare sulle dita di una mano, ottimo trustrank – o quel che è – dato che si posizionava ai primissimi posti, se non al primo, per la sua keyword).
Conseguenze? Il mio sito ha iniziato a perdere posizioni, scivolando dalla settima posizione alla quindicesima. In pochissimi giorni. Ovviamente, se la ricerca veniva fatta impostando la lingua inglese, i peggioramenti non c’erano, anzi.

Considerate che se il vostro sito è in lingua inglese, in ogni caso, più difficilmente subirà conseguenze di questo tipo. Ma negli altri casi (quindi anche con siti in italiano), attenzione. Che il vostro scopo non è aumentare il Pagerank, ma migliorare il posizionamento del vostro sito sui motori di ricerca (a meno che non vendiate link, s’intende).

Comments

  1. Stefano, questo è uno dei problemi di cui si parla meno, di cui io parlo da tanto tempo. Purtroppo la maggior parte dei seo vede il link come un elemento sempre positivo. Un link non è altro che un veicolo di informazioni e quindi i link in lingua straniera non vengono penalizzati da google, semplicemente gli forniscono un’informazione sbagliata.

    E’ come se tu cercassi un ristorante: non è importante avere molte informazioni, ma avere informazioni corrette. Ed è preferibile chi ti dia poche info essenziali piuttosto di una caterva di info errate.

    Allo stesso modo una pagina web all’interno di un sito non costituisce necessariamente un fattore positivo. Se io ho 100 pagine inutili e 1 utile, quella utile verrà penalizzata dalle 100 inutili. Un sito con 3 pagine utili è molto + importante per google rispetto ad uno che ne ha 150.000 totalmente inutili.

    Si dice che la qualità sia importante, ma non dev’essere frainteso il messaggio. Non è solo la qualità dei contenuti ad essere importante, ma piuttosto la qualità della struttura in cui avete inserito questi contenuti. Quindi se ho buoni contenuti non ho concluso molto, devo necessariamente intervenire con BLs e stare attento alla struttura di questi ultimi e alle info che danno a google sul mio sito.

    Io non sono una risorsa inglese, io non sono una risorsa inerente allo sci di fondo, io mi occupo di musica, io mi occupo di musica in lingua italiana, io mi occupo di musicisti. Meglio queste info generiche che un’info specifica errata, soprattutto se sostenuta da un’autorità del settore.

    Quando Berlusconi parla fa più danno di quanto ne possa fare io.

    kerouac3001

Trackbacks

  1. […] Bellissimo post e bell’immagine allineata a sinistra Le uniche aziende che potrebbero puntare sull’oceano blu sono: – chi non ha più niente da perdere e tenta il tutto per tutto – chi ha le spalle coperte da altri progetti e prova l’oceano blu Un’azienda che parte per un’oceano blu, deve fare degli investimenti Il tutto IMHO, perchè ti spiego qual’è l’oceano blu che intendo io: Un’Offerta SEO che rassicuri il cliente è quella: se guadagni tu guadagno pure io, magari con una base minima. E’ mettersi in gioco. E’ rischiare di non farcela. La trovo però quasi impraticabile per molti, sia clienti che aziende comunque. Calcola che ci sono aziende che si prendono tanti mila euro solo per aprire un contratto, che fanno il posizionamento su 3847378 motori (per attirare clienti ) e via dicendo. Se ti butti in un’Offerta da Oceano Blu difficilmente sei un Big del settore. Perchè ci sono tantissimi dipendenti da pagare, grossi budget, CDA e via dicendo e di quell’oceano non te ne frega niente. Ovviamente non stiamo parlando dei sitarelli da poche pagine nè di quei siti grossi dei marchi prestigiosi dove a volte basta una telefonata alla casa inglese e farsi mettere il link alla versione Italiana dal suo PR 8 (ovviamente attenzione alla lingua, il sito Italiano deve essere forte ). Stiamo parlando di fare un’offerta, ma il grosso problema non è farla, ma trovare il cliente che è pronto all’oceano blu. Perchè mi stupirei di un’agenzia che presenti un’offerta da Oceano Blu facendo doorway Quindi, per avere un Oceano Blu nel SEO serve: – un’agenzia che ha studiato una strategia valida – un cliente che è in grado di capire questo mondo – un’agenzia che si sappia mettere in gioco – un cliente che si fida dell’agenzia E dobbiamo anche aggiungere, che per fare un’offerta del genere serve un Team che abbia delle qualità non indifferenti: – esperienza nel settore dove si sta per lanciare l’offerta – esperienza nel settore dove si va ad operare – esperienza in tutta la gestione di un sito web (e parlo dall’hosting al marketing) quindi con persone diverse. Sei pronto all’offerta da oceano blu? Bene, riunisci 3-4 persone in gamba (Programmazione, Marketing, Seo, Fisco) e contatta un E-commerce, magari del campo che siete preparati (informatica ). Prepara un programma di sviluppo, controlla cosa non va o cosa va e presenta un programma dove vi prendete una % piccola in base all’aumento di fatturato. Più il fatturato aumenta, più la % cresce. Ovvio non fino a tanto, non è possibile Sei capace di metterti in gioco? Calcola che potresti lavorare per mesi senza avere un centesimo Ma dimmi la verità Nicola, non lo faresti per Mrprice? Se vogliono quelli di Mrprice li adottiamo noi del Forum GT Ecco, sai quanti ce ne sono di quelli ne web italiano (in quelle condizioni)? A IOSA Giorgio __________________ Io sono un . E Tu? Attività GT: Compleanno Forum GT Live con Stuart Aperitivo a Torino e Roma Shades by Everfluxx | Teecno: Il Motore di Ricerca Open Source […]

  2. […] é stato riferito, nei limiti del possibile, piú volte. si tratta di un test fatto durante la gara sui fattori arcani, ed un forte link inglese mi stava affossando il sito su google.it (ne accennavo qui. in molti altri, qui dentro, hanno sperimentato lo stesso identico fenomeno, e persino la logica ci conduce dritti dritti verso questa soluzione. in ogni caso, invito alla interessante lettura di questo post di kerouac sui link. dello stesso autore, segnalo questo commento ad un mio post su marketing routes. __________________ Vendita alimentari tipici Finalmente, é giunto il momento… Aperitivo GT nel Salento! […]

Speak Your Mind

*