Scusi agente, posso andare a casa?

Questo non è un post, è un promemoria.

Devo ricordarmi di scrivere un post sul come a Lecce pensano di combattere il fenomeno della prostituzione e su quali sono i reali effetti delle decisioni prese dall’amministrazione.

Comments

  1. frederick dice

    Vorrei capire xè in questo blog non si parla piu’di seo/sem e si parla di dentisti,parlamento e altre cazzate di cui non me ne può fregà de meno..

    C’è speranza che si riprenda a parlare di search engine whatever o no?

  2. fredrick o freDRAIK? 😀

  3. @frederick: no, questo non è un blog (e mai lo è stato) su seo/sem ma è un blog MIO. in quanto tale, ci scrivo il cazzo che pare A ME.

    se non te ne può fregar di meno, smetti di seguire questo blog e vai a seguirne altri.

    che poi, incidentalmente, io mi occupi di seo/sem/whatever, comporta inevitabilmente che possa parlarne. ma non sta scritto da nessuna parte che questo blog abbia (solo, poi) quell’argomento.

    clear enough?

  4. frederick dice

    che sul tuo blog tu possa scrivere “il cazzo” che ti pare non si discute ma sei sempre tu a scrivere in aprile 2006 NON AMO PARLARE DI ATTUALITA’ E POLITICA E RARAMENTE LO FACCIO,quindi n’te stupì se qualcuno ti fa notare che non sei coerente.

    Ad ogni modo non essendo un troll ma solo un lettore qualunque seguirò il tuo consiglio

  5. frederick dice

    suvvia Stefano come sei permaloso 🙂

  6. questo potrebbe far giungere ad una conclusione:
    se parli troppo spesso di una cosa su di un blog poi la gente pensa che il blog sia monotematico
    anche se il fatto che il sito si chiami http://www.nomecognome.com dovrebbe essere sufficiente ad evitare tali deduzioni

  7. @visik: giusto. mi sembra però il caso di far notare che meno della metà dei post che ho scritto sino ad oggi qui rientrano (anche) nella categoria seo/sem.

    e comunque, il troll non è un iscritto al feed, è arrivato tramite un blogroll. quindi nulla quaestio

  8. invece sei proprio un troll. motivo per il quale ti blocco l’accesso per un po’.

  9. @frederick: si. tanto più qui. tanto più oggi.

  10. Suvvia Frederick, non te la prendere.
    Il Castello (ululà) ci attende!
    …Caaaaaaasa…

  11. Che eri un tipo rissoso… non me l’aspettavo 🙂
    Comunque, visto che avete chiarito, perchè non torniamo sul problema iniziale proposto dal padrone di casa?
    Anch’io a volte ho dei seri problemi a tornare a casa… abitando vicino la stazione di Lecce.
    Ma lo tollererei pure… se ci fossero delle belle “signore” che fanno il proprio lavoro! Ma effettivamente, le prostitute che si vedono a Lecce… potrebbero creare dei traumi 🙂
    …le “più interessanti” sono armate di bastone!
    Poveri “bravi ragazzi”… lasciateli lavorare.

  12. @Dupardipal: come avrai potuto notare, dopo il provvedimento preso dal Comune di Lecce per arginare il problema della prostituzione in una via di Lecce dove erano solite battere 2/3 trans e un paio di vecchie, ora le puttane sono molte di più e molto più variegate. inoltre, per finire in bellezza, non sono più su una sola via, ma su 4 o 5.

    dovrei leggere la delibera del Comune, perché ho il dubbio che il provvedimento non avesse affatto la finalità di arginare la prostituzione…

  13. Non solo sono aumentate, ma per ovviare i controlli e permettere a nuovi clienti di conoscere il loro business, fanno quasi orari d’ufficio 🙂
    E poi ora che, dopo il caso della “signora dello zecchino d’oro”, hanno stanato un bel po’ di Gatte Nere… la concorrenza delle case chiuse a Lecce, non fa più paura.
    E’ proprio il caso di dire… se la gatta non c’è… le Tope ballano. 🙂
    (Apro una parentesi non attinente a questo post, per confermarti l’iscrizione al corso Web Analytics.)

Speak Your Mind

*