Meno male

Temevo – seriamente, non scaramanticamente – il peggio. Ed invece…
Inter

Cose belle in arrivo

Il 23 maggio esce al cinema Be Kind Review.

Il 25 maggio c’è cantine aperte 2008.

Altro da segnalare? Usate i commenti.

Fantacomunicazione di servizio

Quest’anno, con altri sette amici, ho giocato a fantacalcio (dopo 10 anni dall’ultima – e prima – volta).

E dopo aver vinto il fantacampionato, ho pure vinto la fantacoppa.

Vincenti si nasce, ma le botte di culo possono arrivare in fila.

Io ci vado

Voi fate quello che volete, ma ha ragione Paul. E io al V2-Day 2008 per una libera informazione ci vado.

0,37%

Tanto ha preso Giuliano Ferrara.

Gaudemus.

Prestigio internazionale

Anonimo italiano ha tradotto in italiano un articolo dell’Economist intitolato “Return of the jester”.

Jester, dizionario alla mano, significa “buffone (di corte), giullare, burlone”.

E no, l’Economist non è esattamente un giornale di comunisti-mangia-bambini.

Voterò per la destra

Voterò per la destra.

No, non domenica prossima, ma il giorno in cui questo paese avrà una destra liberale, liberista, laica. Oggi abbiamo un vomitevole miscuglio di razzismo, clientelismo, clericalismo, rancore e assoluta mancanza di rispetto per tutto e per tutti accompagnata da un bulimico egoismo.

E pazienza se il PD è ben lontano dall’essere il miglior partito possibile. Oggi è di gran lunga il meno peggio.

Sulle accuse di brogli

A proposito di brogli: nel 2006, dopo le elezioni politiche, un mio amico (dichiaratamente di AN) che fece lo scrutatore mi raccontò senza tanti problemi che le schede bianche diventavano, con un veloce colpo di matita, un voto per la destra. Così, giusto per dirla tutta.

Dell’Utri: se vinceremo le elezioni, i libri di storia saranno revisionati

Dell’Utri: se vinceremo le elezioni, i libri di storia saranno revisionati Corriere della Sera.

Non dovrei aggiungere altro. Già penso a quando cambieranno i libri scolastici e Darwin verrà fatto fuori per dare spazio ad Adamo ed Eva.

Dieci minuti

Questo video dura dieci minuti. Tanti o pochi che siano, vi consiglio di guardarlo. Fino in fondo.

Via Beppe Grillo